Online only

e-Book Serrando file. Italiano

EBK-filasTucci-IT

A. Tucci

New

  • eBooks PROMO 2x1. Pay 1 & Get 2. Discounts are automatically updated during the checkout process.

9,50 €

More info

"In questa vita l’importante non è quello che succede, bensì come lo affronti"
"Il miracolo di esistere, l'istinto di cercare, la fortuna di trovare, il gusto di conoscere"
"Semplicemente se tutti capissimo che portiamo addosso un
vecchio”
"Domani è solo un avverbio di tempo"
Joan Manel Serrat.
Ancora una volta, ecco un nuovo libro di mia paternità che arriva puntuale all'annuale appuntamento che congiuro a me stesso. Un'altra volta è composto da una sequenza di piccoli testi, a volte monografici, altre aperti ai più diversi temi. Non è facile trovare un titolo che in qualche modo li converga perché, come sempre, la mia piuma è dilettante e capricciosa e si muove più col cuore che con la testa. Serrare file è un'espressione di origine militare. Quando le truppe erano attaccate, i soldati per difendersi meglio si univano “serrando le file”. Vale a dire, la vita si compone di due fazioni principali; la prima, quella nella quale ci si apre, e l'altra nella quale ci si chiude. Sto arrivando all'età della quale mio zio Arturo mi diceva: "E che! Io ho già giocato! (Leggasi con accento portuale). Con ciò voleva dire che, d'ora in poi, erano molte più le cose che sapeva che non sarebbero state, né fatte, che quelle che potrebbe materializzare. Se all'inizio della vita uno apre il compasso dei suoi interessi e delle sue direzioni, gli anni arrivano sempre con uno stringere le cose sotto il braccio. Uno incomincia a serrare file intorno a ciò che realmente gli importa ed evita il più possibile quelle persone,situazioni o scenari che, lungi dall’essergli affini, lo possano disturbare. Serrare file intorno agli amici, i progetti che hanno cuore, i sogni che ancora persistono e che per testardaggine, seppero rimanere incolumi dopo i molti bagni di realtà storte che spesso la vita ci ossequia. Serrare file in un atto difensivo, perché uno diventa naturalmente conservatore e guarda con giusta sfiducia sogni e gesta, imprese e utopie che possono malgovernare un futuro nel quale, con ogni certezza, le proprie energie, in naturale declino, non saranno di più.

e-Book in formato PDF Italiano